Un Anno di Grazia con Santa Veronica Giuliani

Abbiamo avuto un’intero anno per offuscare l’ immagine che di sé Dio si era fatto su di noi.Oggi è Natale ,Dio ci “visita”, con Gesù si inaugura un nuovo inizio, si spalanca innanzi a noi un nuovo anno di grazia. Il peccato che ha confuso e a volte deviato il nostro cammino, viene distrutto e la Grazia di Dio subentra, trasforma e restaura. I cocci della nostra vita vengono raccolti, depositati nel ventre materno di Dio e Maria, media e ricompone, riassemblandoci con la malta dell’amore per farci rinascere più splendenti e radiosi di prima. Gesù nasce ancora in noi perchè non restassimo schiavi dell’errore e della nostra storia, ma per offrirci un’ulteriore possibilità per ricominciare da capo. Ricominciare significa bonificare, o meglio: Gesù aspetta da noi il volerci predisporre al cambiamento. Puoi bonificare il tuo campo per portare molto frutto e far rifiorire la tua bellezza originaria . Questo è il Santo Natale: il lieto annunzio che gli angeli cantano nel cupo cielo della nostra esistenza. Non è un semplice ricordo storico di un fatto lontano, bensì un evento che ci riguarda, che tocca l’oggi della nostra vita. La Notte Santa, il canto degli Angeli, il tepore della stalla, il volto stupefatto degli infreddoliti pastori, la fragilità del piccolo Bambino… li dobbiamo portare impressi nella nostra mente per poter usufruire di queste immagini ogni qual volta perdiamo la speranza, abbiamo paura e ci sentiamo soli ed abbandonati. Auguri di cuore a tutti, ai più lontani ed ai più vicini, a coloro che ci amano e a quelli che ci amano meno. Auguri a tutti i gruppi d’Italia e del Libano. Auguri di buon Natale a fra Emanuele, padre Costanzo, padre Elias. Auguri a suor Clara e le sue consorelle. Auguri a tutti i capigruppo, veri pastori destati, guide sveglie e attente dei loro fratelli. Un augurio speciale per il nostro don Massimo, culla semplice e povera in cui tutti noi come fili di paglia troviamo posto per formare un comodo giaciglio in cui far nascere Gesù ogni giorno. Auguri alla mia cara Daniela, il cui calore ed affetto sento ogni istante, vincendo la distanza che pur ci separa. Auguri a coloro che ci hanno preceduto in cielo, perle preziose e testimoni del nostro cammino: Nazareno, Gioconda, Pietro, Roberta e tutti coloro che hanno conosciuto ed amato il nostro movimento. Buon Natale per fare sempre meglio e costruire sempre di più.