Descrizione Progetto


Il Ruolo dominante di Maria:

Maria le dettava le parole da scerivere… Le dava la Comunione tutti i giorni nella prigione, finchè durò la prova imposta dal S. Ufficio… La comunicava nei giorni in cui la comunità non faceva la Comunione… Per mezzo di Maria, ella guariva le suore ammalate… Per ispirazione di Maria, il giorno della Presentazione del 1708, solennemente si consacrò alla Madonna…
Il 28 ottobre 1711, presenti san Francesco e santa Chiara, la Madonna le donò un anello con sopra impresso il Nome di Maria e la chiamò figlia Sua, carissima tra tutte le figlie. Leggiamo nel Diario: se non ci fosse Lei, guai a me! Ogni bene ricevo da Lei… Se voi sapeste, padre, i modi di Maria SS.ma che ella tiene con l’anima mia, impazzireste di contento… Se mi metto a lavorare, se vado a mensa, se vado a riposarmi, in tutte le mie opere, Ella mi è guida e maestra.
Parmi di sentirla sempre appresso di me, che, come fedelissima Madre, m’insegni il modo di operare in tutto… Ella ricorda a quest’anima mia tutto ciò che deve fare, per fare in tutto la Volontà di Dio, tutto a gloria di Dio… »
«..Questo amore infinito mi pareva che rapisse il mio cuore al Cuore di Maria SS.ma, fonte e mare ove sta rinserrato un incendio di vero amore, e che l’anima stesse nuotando nell’amore divino, per mezzo del Cuore di Maria SS.ma… che facevami capire, per via di comunicazione, che Ella m’infondeva un non so che di quello che Ella partecipava, quando aveva il Verbo Divino nelle sue viscere. Oh! Carità grande di Maria!».
«L’anima è tutta ferma e fiduciosa in Dio e in Maria SS.ma.
Viè stato l’unione dei tre cuori in uno solo, e l’unione di tre voleri in un volere solo, nel volere di Dio…. »